Categories

Karl Lagasse

Biografia:

L’acclamato artista Karl Lagasse è entrato in risalto nel 2009 con le sue sculture “One Dollar”. Karl ha iniziato il suo percorso artistico con i suoi collage quando aveva 7 anni. Nello stesso anno, conosce lo scultore francese César Baldaccini che ha ispirato Karl a continuare a sviluppare il suo lavoro. Si avventurò nella metropolitana di Parigi dove tagging e graffiti divennero il suo mondo di creazione predominante. Tuttavia, i suoi collage rimasero la sua vera passione. Fu l’artista Yvaral Vasarely a suggerire a Karl di incorporare i suoi collage con i suoi cartellini e nel 2003 Karl preparò la sua prima esposizione a Parigi. La sua prima mostra personale che presenta le sue sculture “Building” è stata nel 2006 alla Isy Brachot Gallery di Bruxelles. Due anni dopo, al Theatre Espace Pierre Cardin, Karl torna a Parigi per la sua prima mostra personale di dipinti e sculture con elementi aggiunti di videografia e fotografia.


 Nel 2009, Artprice ha nominato Karl come uno dei 10 migliori scultori al di sotto dei 30 al mondo e nel 2012 la pubblicazione di New York Farameh ha selezionato Karl per il loro libro FOR WHIT IT STAND: Americana in Contemporary Art in cui è rappresentato come uno dei cinquanta migliori artisti contemporanei che hanno trovato ispirazione attraverso le icone americane tradizionali.

 

Karl si diverte ad esporre in anteprima le sue nuove opere in mostre in tutto il mondo, tra cui: Art Monaco 2011 con la galleria Bel Air Fine Art dove ha presentato la sua creazione “Cryptogram One”; 2012 mostra personale con la Galleria Artco France dove ha presentato le sue sculture “un dollaro” con il tema scelto “In God We Trus`”; Nel 2016 è stata inaugurata la Gallery Atrium a Marbella (Spagna), dove il sindaco della città ha inaugurato l’esposizione e ha parlato con la stampa internazionale del lavoro di Karl Lagasse.

Nel 2010, Karl è stato scelto per rappresentare la città di Deauville (Normandia) al campionato mondiale di equitazione Horsemania a Lexingston (USA) dove ha creato una scultura equestre in onore degli eventi. Ritornato a Deauville nel 2012, Karl ha offerto alla città il suo bronzo “Cryptogram One” con un messaggio di pace e amore, che è stato installato all’ingresso di Deauville e inaugurato dal sindaco, Philippe Augier. Nel 2012, Karl ha creato una scultura monumentale per il 65 ° Festival di Cannes in collaborazione con Corbis. Le immagini dal 1945 al 2011 sono state utilizzate nell’opera d’arte esposta al Carlton Hotel, dove gli artisti coinvolti nel festival potevano firmare il loro nome. Le firme degli artisti includono: Alexandra Lamy, Gad Elmaleh, Bérénice Bejo, Marie Gilain, Michael Youn, José Garcia, Michel Hazanavicius, Nadine Labaki, Cuba Gooding Jr., Tim Roth, Matthew McConaughey e Zac Efron.

Francia La cultura in un articolo del 2016, tra gli altri prestigiosi artisti, come Jeff Koons, menziona Karl Lagasse e la sua monumentale installazione chiamata “Un pezzo di paradiso in terra”. L’installazione mostra una Maserati ricoperta di pellicola di plastica bianca con una scultura di Gesù Cristo ai cui piedi si trovano diverse sculture di dollari che rappresentano insieme il più grande debito di umanità pagato per intero. L’installazione è stata presentata alla Art Paris Art Fair 2015 in collaborazione con Maserati, azienda italiana produttrice di veicoli di lusso. Maserati ha contattato per la prima volta Karl per la collaborazione nel 2014 al lancio in tutto il mondo del loro nuovo modello di auto Ghibli. Il modello Ghibli è stato utilizzato da Karl nella creazione del suo capolavoro Psalm 2, che ha celebrato il centenario della Maserati e che è stato rivelato alla Art Paris Art Fair 2014.


 Durante la Art Paris Art Fair 2016, il Presidente della Repubblica francese si è personalmente congratulato con Karl per il successo della sua scultura in bronzo “One Dollar” di 2 metri esposta al Grand Palais.

 

Nel 2017, l’American Film Festival di Deauville ha scelto Karl Lagasse per realizzare il suo trofeo. L’opera monumentale di Karl “Cryptogram One” è stata l’ispirazione per la creazione dei trofei presentati ai vincitori alla 43a edizione del Festival. In tutto sono stati assegnati 13 trofei. Queste opere d’arte sono state espresse in alluminio lucido con messaggi in codice sulle loro quattro facce, tra cui “Hope”, “7th Art” e “Deauville”.

 

ENGLISH VERSION

Biography

The acclaimed artist Karl Lagasse came into prominence in 2009 with his “One Dollar” sculptures. In 2009, Artprice named Karl as one of the top 10 sculptors under 30 in the world. In 2012 the New York publication Farameh selected Karl for their book FOR WHICH IT STANDS: Americana in Contemporary Art in which he is represented as one of the fifty best contemporary artists who found inspiration through traditional American icons. During the 2016 Art Paris Art Fair, the President of the French Republic personally congratulated Karl for the success of his 2-meter bronze “One Dollar” sculpture displayed at the Grand Palais.

Karl began his artistic journey with his collages when he was 7 years old. In the same year, he met the French sculptor César Baldaccini who inspired Karl to continue developing his work. He ventured into the Paris metro where tagging and graffiti became his predominant world of creation. However, his collages remained his true passion. It was the artist Yvaral Vasarely that suggested Karl incorporate his collages with his tags, and in 2003 Karl prepared his first exposition in Paris. His first solo show presenting his “Building” sculptures was in 2006 at the Isy Brachot Gallery in Brussels. Two years later, at the Theatre Espace Pierre Cardin, Karl was back in Paris for his first solo show of paintings and sculptures with added elements of videography and photography.

Karl enjoys premiering his new works at expositions worldwide including: 2011 Art Monaco with Gallery Bel Air Fine Art where he presented his creation “Cryptogram One”; 2012 solo show with Gallery Artco France where he presented his “one dollar” sculptures with the chosen the theme “In God We Trus`”; 2016 solo show Gallery Atrium in Marbella (Spain) where the city’s mayor inaugurated the exposition and spoke to the international press regarding the work of Karl Lagasse.

In 2010, Karl was chosen to represent the city of Deauville (Normandy) at the world riding championships Horsemania in Lexingston (USA) where he created a horse sculpture in honor of the events. Returning to Deauville in 2012, Karl offered the city his bronze “Cryptogram One” with a message of peace and love, which has been installed at the entrance of Deauville and was inaugurated by the mayor, Philippe Augier. In 2012, Karl created a monumental sculpture for the 65th Festival of Cannes in collaboration with Corbis. Images from 1945 to 2011 were used in the work of art, which was exhibited at the Carlton Hotel where artists involved in the festival could sign their name. Signatures of the artists include: Alexandra Lamy, Gad Elmaleh, Bérénice Bejo, Marie Gilain, Michael Youn, José Garcia, Michel Hazanavicius, Nadine Labaki, Cuba Gooding Jr., Tim Roth, Matthew McConaughey, and Zac Efron.

France Culture in a 2016 article, amongst other prestigious artists, such as Jeff Koons, mentions Karl Lagasse and his monumental installation called “A Piece of Heaven on Earth”. The installation shows a Maserati covered in white plastic film with a sculpture of Jesus Christ at whose feet are several dollar sculptures together representing the greatest debt of humanity paid in full. The installation was presented at the 2015 Art Paris Art Fair in collaboration with the Italian luxury vehicle manufacturer Maserati. Maserati first contacted Karl for collaboration in 2014 at the worldwide launching of their new car model Ghibli. The Ghibli model was used by Karl in creating his masterpiece Psalm 2, which celebrated Maserati’s 100th year and was revealed at the 2014 Art Paris Art Fair.

In 2017, the American Film Festival of Deauville chose Karl Lagasse to realize their Trophy. Karl’s monumental work “Cryptogram One” was the inspiration behind the creation of the trophies presented to the winners at the 43rd edition of the Festival. In all, 13 trophies were awarded. These works of art were cast in polished aluminum with coded messages on their four faces including “Hope”, “7th Art”, and “Deauville”.

Share